Referendum 22 Ottobre 2017

 
Data:
Categoria:
Ubicazione:
Numero:
21/04/2017
Bilancio e Tributi
Piazza Liberta, 12
3875
 
Assessore Angelo Frigo
Ricevimento: su appuntamento  0444 476581 - www.facebook.com/angelo.frigo.9

Bilancio: un tesoretto da 1,2 milioni di euro
Una gestione oculata delle risorse pubbliche e una costante riduzione del debito fanno dell’Amministrazione di Arzignano un esempio di virtuosità nella gestione delle risorse pubbliche, virtuosità che ha permesso di raggiungere obiettivi importanti e la realizzazione di opere pubbliche attese dalla Città (vedi nuovo Ecocentro e nuovo Centro Anziani).

newsletter

Facebook
Twitter
Rivista inArzignano

calendario
Iscriviti alla newsletter Seguici su
Facebook
Seguici su
Twitter
Scarica la
rivista
Calendario 
eventi


La conferma arriva dal bilancio consuntivo 2016 che verrà presentato nel prossimo consiglio comunale di giovedì 27 aprile 2017 e che ancora una volta è in linea con la filosofia che ha accompagnato la Giunta Gentilin sin dal suo insediamento. 
Nel 2017 sono stati centrati gli obiettivi che l’Amministrazione si era posta e alcune importanti politiche di risparmio (per esempio il controllo spese correnti) hanno permesso di realizzare un avanzo ‘tecnico’ di bilancio superiore a 1,2 milioni di euro (per l’esattezza 1.202.848,08 euro).  Tale avanzo permetterà all’Amministrazione comunale di Arzignano di investire in opere pubbliche senza ricorrere all’accensione di mutui o alla vendita di patrimonio pubblico.  Un risultato molto positivo se paragonato a quello del 2015, quando l’avanzo fu di circa 582 mila euro.
Tale avanzo è la cifra che effettivamente il Comune potrà utilizzare per la realizzazione di opere pubbliche senza ricorrere all’accensione di mutui. Sarà a disposizione dell’amministrazione per interventi sui plessi scolastici, gli impianti sportivi, la sede della Guardia di Finanza, la viabilità e il patrimonio comunale.
Sul fronte delle tasse le previsioni sono state rispettate e in alcuni casi gli incassi effettivi hanno superato le previsioni.  Se per l’IMU vi è stato un incasso di 4.959.119,36  euro a fronte dei 5.150.000 previsti, per la TASI l’incasso è stato di 2.456.859,24 euro a fronte dei 2.400.000 previsti e per l’addizionale IRPEF 3.137.500,13 a fronte dei 3.100.000 previsti. Anche la riscossione della TARI (previsti 2.800.000), pur presentando qualche sofferenza, risulta in linea con le previsioni e con lo storico.
“La gestione attenta delle risorse e del bilancio ha permesso di all’amministrazione, anche quest’anno, di chiudere il bilancio in modo positivo, con un avanzo importante. Una somma che ci permetterà di fare investimenti per la città senza accendere mutui, in linea con la filosofia che da sempre è propria dell’amministrazione Gentilin”, commenta l’assessore al bilancio Angelo Frigo.
“Abbiamo da sempre cercato di ridurre l’indebitamento del Comune mantenendo integri i servizi e investendo in opere pubbliche” aggiunge soddisfatto il sindaco, Giorgio Gentilin. “Abbiamo un bilancio solido,  trasparente e virtuoso, che ci permette di lavorare per i cittadini senza indebitarci, segno che la nostra squadra lavora con un solo obiettivo, servire il cittadino e far crescere la città senza iniziative spericolate e senza sperperare denaro pubblico”.
 
Condividi su 
3545 amici iscritti alla newsletter
Arzignano Dialoga v.5.0 - Sviluppato da ICT sviluppo - Supervisione assessore Enrico Marcigaglia    
©2009-2013 Comune di Arzignano - C.F. e P.IVA: 00244950242 - NITT nucleo di innovazione tecnologica per la trasparenza    
Per suggerimenti e commenti sul progetto contattare questo indirizzo: info@arzignanodialoga.it
privacy policy - cookie policy